Cultura e Spettacoli

Edit

Amount of short articles:

Amount of articles links:

You can order sections with dragging on list bellow:

  • Cultura e Spettacoli
Salva
Cancella
Reset

Arte

Apprezzata la mostra "Umoristica Scholastica"

Image - Apprezzata la mostra

DOMENICA 23 FEBBRAIO SI E' CHIUSA LA MOSTRA, APPREZZAMENTO UNANIME DEL PUBBLICO, PER I CONTENUTI E P

Lunedì, 24 Febbraio 2014 Commenti

Concerti

Venerdì in piazza Ferretto a Mestre torna il "Fes

Image -  Venerdì in piazza Ferretto a Mestre torna il

Sarà la band inglese dei “Blue” l’ospite d’onore della tappa mestrina del “Festival Show”, che si te

Martedì, 20 Agosto 2013 Commenti

Cultura

Realizzato un nuovo archivio comunale a Zerman

Image - Realizzato un nuovo archivio comunale a Zerman

Si sono da poco concluse le operazioni di trasloco di tutti i documenti (edilizia privata e parte ge

Martedì, 6 Agosto 2013 Commenti

Mostra del Cinema di Venezia

Al maestro del cinema italiano Ettore Scola il p

Image -  Al maestro del cinema italiano Ettore Scola  il p

La Biennale di Venezia e Jaeger-LeCoultre annunciano che è stato attribuito al maestro del cinema i

Giovedì, 22 Agosto 2013 Commenti

Biologia – Lezioni di vita

Biologia: Pierre Joliot

Image - Biologia: Pierre Joliot

Venerdì 17 maggio 2013, presso l'auditorium del Liceo Berto di Mogliano Veneto, si è svolto l'ultim

Giovedì, 16 Maggio 2013 Commenti

Realizzato un nuovo archivio comunale a Zerman

Si sono da poco concluse le operazioni di trasloco di tutti i documenti (edilizia privata e parte generale) nel nuovissimo Archivio Comunale di Via Canova. Si risolve dunque un’altra carenza cronica di cui soffriva il comune, costretto fino a ieri al pagamento di cospicui canoni di locazione per custodire le proprie carte.Il nuovo archivio, situato proprio in centro a Zerman, è stato realizzato a “scomputo oneri” grazie ad un accordo urbanistico sotto l’attenta direzione lavori dell’ufficio opere pubbliche del comune.Con una superficie di 580 mq e grazie alle più moderne tecnologie antincendio e antintrusione i documenti e gli atti vengono conservati oggi in modo ottimale.

“Con questa opera – commenta soddisfatto l’assessore ai lavori pubblici Davide Bortolato – andiamo a colmare l’esigenza degli uffici, che si procrastinava da anni, di avere un archivio sicuro e a norma. Indirettamente ne godono anche i moglianesi tutti in quanto il comune non dovrà più pagare canoni di affitto ed inoltre il servizio di ricerca pratiche non potrà che migliorare”.

Il 23 Aprile Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d'Autore

Sulla base di una tradizione catalana, la 28a sessione della Conferenza Generale dell'UNESCO ha adottato la risoluzione 3.18 con la quale ha proclamato il 23 aprile di ogni anno “Giornata mondiale del libro e del diritto d'autore” (28 C/Resolution 3.18 del 15 novembre 1995). Questa celebrazione è nota anche come “Giornata del libro e delle rose”, in quanto il 23 aprile è anche la festa di San Giorgio, patrono della Catalogna, giorno in cui, ricollegandosi a un’antica tradizione medioevale, fra parenti, amici e innamorati si usa regalare un libro e una rosa. A partire dal 1996, questa manifestazione, patrocinata dall’UNESCO, viene organizzata ogni anno con numerose manifestazioni in tutto il mondo.

E’ stata scelta la data del 23 aprile in quanto è il giorno in cui sono morti nel 1616 tre importanti scrittori: lo spagnolo Miguel de Cervantes (1547-1616), l'inglese William Shakespeare (1564-1616) e il peruviano Inca Garcilaso de la Vega (1539-1616). L'obiettivo della Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore è quello di incoraggiare a scoprire il piacere della lettura e valorizzare il contributo che gli autori danno al progresso sociale e culturale dell'umanità.

Sono stati selezionati i 25 finalisti del "Campiello Giovani"

Il Campiello Giovani, giunto alla 18ª edizione, si conferma una vetrina molto ambita dai giovani aspiranti scrittori. Sono oltre 300 i ragazzi che, da tutta Italia, hanno inviato un loro elaborato: tra questi sono stati scelti i semifinalisti che passano la prima fase di selezione. «I venticinque ragazzi che passano la prima fase di selezione sono: dodici veneti, tre lombardi, due laziali, due siciliani, un abruzzese, un calabrese, un emiliano, un pugliese, un umbro e uno svizzero» – ad annunciarlo è Piero Luxardo, Presidente del Comitato di Gestione del Premio Campiello. I cinque finalisti verranno comunicati dal Comitato Tecnico, venerdì 19 aprile, nel corso di un evento al Teatro Stabile di Verona. Il vincitore verrà selezionato a Venezia sabato 7 settembre.
«Il Campiello Giovani è una competizione letteraria dedicata al talento, alla creatività, alla sperimentazione e all’originalità dei giovani autori. Il concorso sta crescendo tanto da potersi definire un vero e proprio “laboratorio” con finalità didattico – culturali, che vive nel corso di tutto l’anno con l’intento di promuovere tra le giovani generazioni l’importanza della scrittura e della lettura. Un obiettivo per noi importante per mantenere aperto un costante dialogo con i ragazzi» – spiega il prof. Piero Luxardo.

Gabriele Coassin: "Tecniche di video intervista" e "Video Digitale, la ripresa"

Gabriele Coassin: Tecniche di Video Intervista e inchiesta con la telecamera

Tecniche di ripresa, disposizione delle luci, qualità della registrazione sonora. Un testo utile all'animatore di comunità, all'operatore sociale, al videomaker, al giornalista interessato alla produzione indipendente, a sperimentare la capacità di narrare e descrivere attraverso la voce di chi ha qualcosa da raccontare. Noti autori e tecnici della televisione arricchiscono il capitolo sulle testimonianze con esempi di alto giornalismo, trucchi del mestiere ai limiti dell’umanamente possibile, linee-guida per un corretto operare nell'intervista sociale. Vengono anche messe a confronto scuole di videoinchiesta diverse, da Presadiretta e Report a Le Iene e Pif. Pagine scritte con la passione di chi vive il Mestiere come una vocazione, destinate a chi vuol essere più consapevole di questo delicato e affascinante processo di comunicazione.

Autore: Gabriele Coassin

Editore: Logo Fausto Lupetti

Data uscita: 10/02/2011

Pagine: 204

Listino: 15 €

Recensioni: 1, 2

Per i soci iscritti all'Associazione di Quartiere Est e all'Associazione Culturale "Web2012", e per i partecipanti al Laboratorio di Ripresa Video Digitale di Mogliano Veneto, il costo del libro è di 11 € anzichè 15 € (sconto del circa 30%)

 

Lo psichiatra Paolo Crepet sarà presidente di giuria della 51° edizione del Premio Campiello

Rinnovata la composizione della Giuria, entrano a farne parte Anna Ottani Cavina, storica dell’arte, professore emerito dell’Università di Bologna e direttore della  Fondazione Federico Zeri, e Luigi Matt, docente di Storia della Lingua italiana presso l’Università di Sassari. «Il Presidente della Giuria dei Letterati della 51ª edizione del Premio Campiello sarà Paolo Crepet – ad annunciarlo è il Presidente della Fondazione Il Campiello Andrea Tomat - Abbiamo voluto affidare per il 2013 la guida della Giuria ad una personalità che unisca nelle sue competenze professionali, aspetti scientifici ed umanistici. Paolo Crepet, noto psicologo e psichiatra, saprà dare un autorevole contributo nel coordinare i lavori della Giuria dei Letterati del Premio Campiello, cui compete la scelta della cinquina finalista. Lo sviluppo e l’affermarsi del Campiello sono il risultato dell’impegno degli imprenditori veneti che, nell’organizzazione e nella promozione del premio, hanno profuso la stessa passione e la stessa determinazione che riservano al proprio lavoro. Tutto ciò vale ancora di più oggi, in una fase così delicata della vita economica del nostro Paese. Anche per questa nuova edizione confermiamo l’impegno e la determinazione ad investire nel Campiello - aggiunge Tomat -  Siamo fermamente convinti che proprio in questi momenti di profondo ripensamento sia necessario un rapporto ancora più intenso tra economia e cultura per accrescere la competitività dell'intero sistema Paese». «Sono onorato per la nomina a presidente della 51ª edizione del Premio Campiello – commenta il professor Paolo Crepet -. In tempi di crisi economica e sociale credo che cultura e merito rappresentino l'unica strada percorribile per una comunità che non vuole rassegnarsi».