Cultura e Spettacoli

Edit

Amount of short articles:

Amount of articles links:

You can order sections with dragging on list bellow:

  • Cultura e Spettacoli
Salva
Cancella
Reset

Arte

Apprezzata la mostra "Umoristica Scholastica"

Image - Apprezzata la mostra

DOMENICA 23 FEBBRAIO SI E' CHIUSA LA MOSTRA, APPREZZAMENTO UNANIME DEL PUBBLICO, PER I CONTENUTI E P

Lunedì, 24 Febbraio 2014 Commenti

Concerti

Venerdì in piazza Ferretto a Mestre torna il "Fes

Image -  Venerdì in piazza Ferretto a Mestre torna il

Sarà la band inglese dei “Blue” l’ospite d’onore della tappa mestrina del “Festival Show”, che si te

Martedì, 20 Agosto 2013 Commenti

Cultura

Realizzato un nuovo archivio comunale a Zerman

Image - Realizzato un nuovo archivio comunale a Zerman

Si sono da poco concluse le operazioni di trasloco di tutti i documenti (edilizia privata e parte ge

Martedì, 6 Agosto 2013 Commenti

Mostra del Cinema di Venezia

Al maestro del cinema italiano Ettore Scola il p

Image -  Al maestro del cinema italiano Ettore Scola  il p

La Biennale di Venezia e Jaeger-LeCoultre annunciano che è stato attribuito al maestro del cinema i

Giovedì, 22 Agosto 2013 Commenti

Biologia – Lezioni di vita

Biologia: Pierre Joliot

Image - Biologia: Pierre Joliot

Venerdì 17 maggio 2013, presso l'auditorium del Liceo Berto di Mogliano Veneto, si è svolto l'ultim

Giovedì, 16 Maggio 2013 Commenti

Il Musical "Happy Days" della Compagnia della Rancia

Al Teatro Toniolo di Mestre (Venezia) è andato in scena il musical Happy Days, il nuovo spettacolo della Compagnia della Rancia ispirato al celebre telefilm cult degli anni 80. Happy Days è un'opera di Garry Marshall, americano di origini italiane (il vero cognome è Masciarelli) autore di molti show televisivi statunitensi, creatore di serie tv di successo come Mork & Mindy e regista di tanti successi cinematografici, tra cui il film Pretty Woman e Paura d'amare. La musica e il libretto sono di Paul Williams, mentre gli arrangiamenti sono di John McDaniel, che ha curato anche la supervisione alle musiche di questo nuovo spettacolo.
La serie tv "Happy Days" - nata nel 1974 sull'onda del successo cinematografico del film American Graffiti e risultata nei sondaggi la più amata dagli spettatori italiani, ha accompagnato generazioni di spettatori per 11 stagioni e 255 episodi complessivi ambientati nella Milwaukee degli anni '50, carica di sogni e di speranze, racconta, attraverso un'atmosfera allegra e spensierata – ma senza dimenticare solidi valori morali – le vicende quotidiane di una tipica famiglia borghese, i Cunningham.

Tra le note di una musica divertente e piena di energia, come l'indimenticabile sigla, anche a teatro ci saranno Howard, il capofamiglia (Giovanni Boni), sua moglie Marion (Sabrina Marciano), casalinga perfetta e i loro due figli, Richie (Luca Giacomelli) e Joanie "sottiletta" (Maria Silvia Roli). Naturalmente non può mancare il mitico Fonzie (Riccardo Simone Berdini, Premio Massimini 2010), il meccanico dal fascino irresistibile e dall'inconfondibile "hey", con i capelli impomatati e l'indimenticabile giubbotto di pelle, capacedi attirare l'attenzione schioccando le dita, una vera e propria icona generazionale. A completare il gruppo  di amici, fidanzate e vicini di casa come Pinky (Floriana Monici), l'unica ragazza che sa tenere testa a Fonzie, Ralph (Davide Nebbia), Potsie (Gioacchino Inzirillo), Chachi (Alessandro Lanzillotti), Alfred (Michele Renzullo) e Lori Beth (Silvia Contenti).

Compagnia Stabile del Leonardo: "La Locandiera"

Venerdì 17 febbraio al Teatro Busan di Mogliano Veneto, la Compagnia Stabile del Leonardo ha rappresentato la commedia "La Locandiera" di Carlo Goldoni. Lo spettacolo, con la regia di Giovanni Handjaras narra la storia di quattro uomini che corteggiano la giovane locandiera. Il Marchese di Forlipopoli, un tronfio e ridicolo nobile decaduto, pretende l’amore di Mirandolina come un ovvio tributo dovuto al suo titolo; il Conte d’Albafiorita, che ha comprato il suo titolo, è altrettanto sicuro di poterne ottenere l’amore prodigando per lei il proprio denaro; Fabrizio, il servitore della locanda, pensa di poter vantare dei diritti sulla ragazza, perché il defunto padre di lei avrebbe voluto il loro matrimonio; e infine il Cavalier di Ripafratta, sdegnoso e pieno di pregiudizi sulle donne, che pretenderà d’essere ricambiato, quando, dopo aver combattuto un’impossibile lotta con se stesso, accetterà di dichiararsi vinto proprio dalla femminilità di Mirandolina.

"Favolosi" di Carlo & Giorgio

Venerdì 3 e sabato 4 febbraio presso il Teatro Busan di Mogliano Veneto, è andato in scena lo spettacolo "Favolosi" di Carlo e Giorgio, che è un viaggio alla riscoperta delle favole tradizionali venete, rilette, attualizzate e personalizzate nello stile Carlo & Giorgio. Il materiale è stato tratto liberamente dai volumi dedicati alle tradizioni, racconti e fiabe veneziane e venete della studiosa Espedita Grandesso, le cui pubblicazioni da anni sono un contributo indispensabile al recupero del patrimonio culturale e tradizionale veneto.

Le favole tradizionali, nelle loro diverse tipologie - fantasiose, cruente, comiche, moraleggianti - ricostruiscono un mondo lontano che le ha generate e che via via attraverso il racconto - spesso orale, in pochi casi scritto - le ha tramandate, raccontando di quel mondo le paure, le speranze, i bisogni, le superstizioni. Il gioco di Carlo & Giorgio è raccontare e restituire quell’atmosfera ricca di astuzia e di saggezza, insistendo sulla ricchezza del linguaggio (molta attenzione viene fatta all’uso di termini in disuso), facendo rivivere degli ambienti e dei mestieri, invitando il pubblico per una sera all’ascolto e alla riscoperta, attraverso le parole dei racconti, di un pezzo della storia del nostro territorio.

Spettacolo teatrale dell'Associazione "Tracce sul Palco"

Sabato 1 ottobre 2011, in occasione della Sagra del Rosario, presso il Teatro Busan di Mogliano Veneto si è tenuto lo spettacolo teatrale "Don Raffaele il Trombone e Cupido Scherza e Spazza", due atti unici di Peppino De Filippo, realizzato dall'Associazione "Tracce sul Palco" con la regia di Francesco Meneghetti. Sono due garbate storie di vita, di miserie, di sogni, di gelosie e di fraintendimenti. Il primo atto, "Don Raffaele il Trombone" racconta la storia di un maestro di musica, pervaso dai suoi sogni, con una moglie bisbetica che non comprende il suo genio, rifiuta varie offerte di lavoro per dedicarsi alle sue opere "che giacciono nel tiretto"... La fortuna forse lo sta per baciare...

Il secondo atto "Cupido Scherza e Spazza" narra la storia di uno spazzino Vincenzo che compie un "atto eroico" che viene poi convocato dalla direzione generale della nettezza urbana per essere premiato nel corso di una "cirimonia", appositamente organizzata per lui.

Laboratorio "Officina del Teatro": La Parola Ai Giurati

Sabato 24 settembre 2011, nel corso della Fiera del Rosario, presso il Teatro Busan di Mogliano Veneto, si è tenuto lo spettacolo teatrale "La Parola ai Giurati" per la regia di Marina Biolo. Lo spettacolo è tratto da "Twelve andry men" di Reginald Rose. Una giuria si riunisce per decidere del destino di un ragazzo, uno straniero, accusato di aver ucciso suo padre, accoltellandolo. E' in gioco la sua vita. Tutti i giurati, tranne uno, lo considerano colpevole, basandosi sulle testimonianze di due persone. Si accende una discussione spesso drammatica che svela i pregiudizi di ognuno. Il testo è una vera e propria "prova d'attore" che non lascia spazio al dilettantismo. La drammaticità dei dialoghi rende inutile qualsiasi orpello.

Lo spettacolo è stato realizzato dal Laboratorio Teatrale "Officina del Teatro". Il gruppo nasce nel 2004 da un Laboratorio condotto da Marina Biolo allo storico Teatro della Murata di Mestre. Da subito esso si connota per il bisogno di un impegno sociale. E' così che nasce lo spettacolo "La Parola ai Giurati". GUARDA IL VIDEO