America's Cup World

http://www.moglianotv.it/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/147479DPP_0006.JPG

America's Cup Arsenale

Barche d'appoggio dell'America's Cup World attraccate nell'Arsenale di Venezia See details

http://www.moglianotv.it/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/828123DPP_0010.JPG

Arsenale visto dall'alto

Ultimate le operazioni di scarico della nave-cargo che ha portato a Venezia catamarani e attrezzature di supporto all’America’s Cup World Series che si svolgeranno in città, assieme a quelle per See details

http://www.moglianotv.it/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/316353arrivoNaveAmericaCup_2.jpg

America's Cup sbarca a Venezia

Arrivato il cargo con i catamarani. L’America’s Cup è sbarcata a Venezia. Nel vero senso della parola. Giovedì 26 aprile alle 15 la grande nave con i catamarani AC45 ha See details

http://www.moglianotv.it/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/881286D3S_5251.jpg

Luna Rossa, prova vittoriosa d

Primo maggio con l’equipaggio di Luna Rossa Piranha alle prese con  scotte e cime della vela al terzo, la tradizionale imbarcazione in legno che solca la  laguna veneziana. Il team See details

http://www.moglianotv.it/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/563741478608_3727746359692_1456945405_3225145_1377013879_o.jpg

Quattro team dell'America's Cu

Quattro equipaggi si sono allenati mercoledì nelle acque di Venezia in vista delle regate in programma nel corso della prossima settimana. A portare a termine la sessione sono stati See details

Emirates Team New Zealand conquista il primo punto valido per la Louis Vuitton Cup

Registrando velocità mai raggiunte in precedenza in un match valido per l’America’s Cup, Emirates Team New Zealand ha conquistato il primo punto valido per la Louis Vuitton Cup, l’America’s Cup Challenger Series. I kiwi hanno completato il percorso lungo 16 miglia nautiche (29.6 km) in 46 minuti e 27 secondi. La giornata ha offerto condizioni ideali – 14-16 nodi e mare calmo – che hanno permesso a Aotearoa, l’AC72 di Emirates Team New Zealand, di effettuare qualche allungo sul campo di regata statunitense.

Lo skipper Dean Barker e i kiwi, detentori della Louis Vuitton Cup dal 2007, hanno veleggiato da subito su Aotearoa a una velocità prossima ai 30 nodi, sollevandosi più volte sugli hydrofoils. La punta massima è stata di 42.8 nodi – ciò significa che l’AC72 ha coperto la propria lunghezza in appena un secondo – mentre la media è stata di 20.7 nodi. Anche i maxi multiscafi di 90 piedi (27 m) utilizzati nell’America’s Cup del 2010 non hanno mai fatto registrare velocità del genere durante le regate.

Luna Rossa boicotta la prima regata dell’America’s Cup

Sabato pomeriggio Luna Rossa Challenge 2013 ha diffuso un comunicato stampa con il quale ha annunciato che non prenderà parte al primo match della Louis Vuitton Cup, l’America’s Cup Challenger Series, in programma per domenica 7 luglio contro Emirates Team New Zealand. “Non era una decisione inattesa, ma non nascondo un certo disappunto – ha commentato Stephen Barclay, CEO dell’America’s Cup – Non vogliono regatare, non è che non possono farlo”.
“Le persone più colpite da questa decisione sono i fan, che hanno aspettato più di due anni per vedere la pima regata sugli avvenristici e spettacolari AC72”.
“E’ davvero frustrante, se si condidera che Luna Rossa si è allenata sabato proprio sul campo di regata,” ha puntualizzato Barclay.

Nella sua dichiarazione Luna Rossa afferma: “Come già anticipato informalmente nei giorni precedenti, Luna Rossa è in attesa del verdetto della Giuria Internazionale in merito alla sua protesta contro le misure introdotte dal Direttore di Regata il 29 Giugno 2013”.

Una spettacolare cerimonia apre l'America's Cup 2013

Apertura in grande stile per l'America's Cup 2013 che nel pomeriggio di ieri, sul palco dell'America's Cup Pavillon, ha mandato in scena la Cerimonia di Apertura. Con i velisti dei quattro team iscritti all'America's Cup 2013 - ORACLE TEAM USA, Emirates Team New Zealand, Luna Rossa Challenge e Artemis Racing - in piedi alle sue spalle, Lucy M. Jewett, recentemente inserita nell'America's Cup Hall of Fame, ha dato inizio alla cerimonia dicendo: "Che la regata abbia inizio".

A queste parole i cannoni ad aria hanno sparato coriandoli, uno stormo di colombe è stato liberato in cielo e l'Inno alla Gioia di Beethoven è risuonato sulle urla della folla presente, una parte delle trentamila persone che hanno visitato l'America's Cup Park nel corso di un assolato Giorno dell'Indipendenza. Per la prima volta dal 1995 l'America's Cup torna a disputarsi negli Stati Uniti. "Benvenuti a San Francisco - ha esordito il sindaco Edwin M. Lee - E' un onore e un privilegio essere il sindaco della città eletta a sede dell'America's Cup".

Luna Rossa Swordfish trionfa nell'America's Cup World Series di Napoli

Guidata da Francesco Bruni, Luna Rossa Swordfish ha fatto suo il successo nella serie di flotta delle America's Cup World Series di Napoli. Il team italiano ha trionfato grazie alla vittoria conquistata nell'ultima regata di flotta, una prova caratterizzata da almeno tre cambi di leadership e da una grande rimonta posta in essere proprio dall'equipaggio del timoniere palermitano. Una vittoria che ha ripagato Luna Rossa Swordfish per la sconfitta subita nella finale di match race per mano di ORACLE TEAM USA SLINGSBY, abile nel rientrare in gara nel corso della seconda bolina, dopo che aveva girato il cancello di poppa con un distacco di quasi duecento metri.

"Vincere la serie di flotta era l'unica maniera per dimenticare gli errori fatti nella finale di match race - ha commentato Francesco Bruni, che sarà tattico a bordo dell'AC72 di Luna Rossa Challenge 2013 durante la prossima Louis Vuitton Cup, in programma a San Francisco tra il 4 luglio e il 30 agosto - La vittoria nella serie di flotta rappresenta un grande risultato per me. Avremmo potuto festeggiare una doppietta, ma non ce l'abbiamo fatta. Non ringrazierò mai abbastanza il mio equipaggio, composto da Paul Campbell-James, Max Sirena, Xabi Fernandez e Manuel Modena: hanno fatto tutti un grandissimo lavoro".

Slinsgby regala le America's Cup World Series a ORACLE TEAM USA

Parla neozelandese il terzo giorno di regate valide per le AC World Series Napoli: Emirates Team New Zealand ha vinto entrambe le regate di flotta e ha preso la testa della classifica provvisoria mentre ORACLE TEAM USA Slingsby, che nelle acque della città partenopea sostituisce James Spithill, si è messo in tasca il successo nell’edizione 2012-2013 delle America’s Cup World Series. Un’affermazione che bissa quella ottenuta in occasione della stagione inaugurale. Spithill non ha potuto prendere parte all’ultimo appuntamento perché è rimasto negli Stati Uniti dove sta seguendo le fasi finali della costruzione del secondo AC72 di ORACLE TEAM USA. Tom Slingsby ha avuto il merito di non far rimpiangere l’illustre compagno di squadra: domani, infatti, il campione olimpico di Londra 2012 della classe Laser sarà protagonista della finale dell’evento di match race, dove affronterà Luna Rossa Swordfish e lotterà per aggiudicarsi anche la serie di flotta delle AC World Series Napoli.
“Per il team è davvero importante aver vinto le America’s Cup World Series per il secondo anno consecutivo – ha detto Slingsby – Sono felice di aver dato una mano: si tratta di un successo costruito da James Spithill e dal suo equipaggio. Io mi sono trovato a gestire una situazione particolarmente vantaggiosa”.